I cretini del ministero dei beni culturali

Siamo tanti, siamo migliaia e, per fortuna, stanno cercando di ridurci di numero.
Le tipologie di cretini presenti oggi nell’amministrazione statale dei beni culturali è numerosa e variegata, ma , soprattutto, ben evidente agli occhi di quasi tutti i cittadini.
Non ci credete ?
Ci sono i cretini che timbrano il cartellino all’ingresso e all’uscita dal lavoro.
Ci sono i cretini che non vanno a prendere il caffè al bar un paio di ore la mattina (senza timbrare il cartellino) ma che si siedono al proprio posto di lavoro ed iniziano a lavorare .
Ci sono i cretini che leggono la posta d’ufficio e istruiscono le pratiche assegnate.
Ci sono i cretini che per verificare lo stato di conservazione di un bene, anche se non ci sono i rimborsi per le missioni, prendono la propria auto e vanno nel paesino di campagna per fare il proprio dovere.
Ci sono i cretini che per far funzionare un museo vanno alla ricerca di uno sponsor per far pulire le sale perché l’amministrazione non ha fondi da assegnare.
Ci sono i cretini che pensano di lavorare per far andare meglio le cose nel proprio ufficio.
Ci sono i cretini che ricevono le telefonate dai cittadini incazzati e i relativi insulti, senza reagire , perché il “collega” non ha fatto il suo dovere.
Ci sono i cretini che credono che il prossimo “capo” farà meno danni del precedente.
Ci sono i cretini che vanno alle conferenze di servizi e per difendere il paesaggio di questa nazione si prendono insulti e minacce (tanto poi ci pensano “a roma” …)
Ci sono i cretini che vanno dal proprio “capo” per avere istruzioni su come procedere e invece di riceverle alla fine le danno…
Ci sono i cretini che pensano di avere un “capo”…
Ci sono i cretini che cercano di dare un senso all’ultima riforma organizzativa.
Ci sono i cretini che dicono sempre di si, pur di ottenere un incarico che non sanno svolgere.
Mamma mia, siamo veramente tanti.
Speriamo che ci mandino presto “ a casa”!

Quando la piantina di cannabis è troppo piccola…

La condotta di coltivazione, di piante da cui è possibile estrarre sostanze stupefacenti, per essere punita deve essere in grado in concreto di mettere in pericolo la saluta pubblica e ciò può accadere se la pianta ha una effettiva e attuale capacità drogante.

Sorgente: Quando la piantina di cannabis è troppo piccola…

Quando una mancata intervista finisce con degli insulti… – PENALE e PROCESSO | Diritto e Giustizia

Sorgente: Quando una mancata intervista finisce con degli insulti… – PENALE e PROCESSO | Diritto e Giustizia

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 11.000 volte in 2015. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 4 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Sostituzione di persona e decurtazione dei punti dalla patente – PENALE e PROCESSO | Diritto e Giustizia

Sorgente: Sostituzione di persona e decurtazione dei punti dalla patente – PENALE e PROCESSO | Diritto e Giustizia

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 953 follower