Sponsorizzazioni

Non conosco il motivo, ma il ministro galantuomo da quando si reca al lavoro presso il collegio romano ha in mente questa parolina che gira, gira e rigira in attesa di prendere forma. Sto parlando delle sponsorizzazioni. Si tratta di uno strumento che nel settore della cultura è sempre esistito, anche se il collegamento alla pubblicità è recente, ma che non è mai stato sfruttato fino in fondo. Anzi, per dirla tutta, è stato sfruttato male, come dimostra anche l’ultimo esempio eclatante del Colosseo che per pochi spiccioli è stato regalato, soprattutto nel suo uso di marchio, ma non solo. Come ho già scritto qualche settimana fa , sto scrivendo alcune riflessioni su quanto sia sfavorevole allo Stato il contratto di sponsorizzazione firmato per il Colosseo e forse sarà più chiaro quanto vado predicando in giro. Nonostante il fiasco clamoroso dell’iniziativa (legata sicuramente a giochi politici e di carriera che poco ci interessano) il nostro galantuomo, invece di ripiegare su posizioni di attesa e riflessione, ha iniziato la campagna prosponsorizzazioni  e adesso le richima ad ogni piè sospinto. Oggi le sposnorizzazioni sono diventate il toccasana per Pompei. Uno sponsor su qualche casa, una qua , una là e il gioco è fatto! A vantaggio di chi questa volta, signor Ministro?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: