Nano di Venezia, non romperci i c…

Fortuna che a dirlo è un alleato di governo, altrimenti… In ogni caso, visto che il ministro Brunetta – secondo i sondaggi del Presidente del Consiglio – è tra i più amati del governo, vale la pena riportare quello che ne pensa l’amico Bossi

Roma, 16 ago. (TMNews) – Umberto Bossi ha rispolverato tutto il suo repertorio per il comizio di Ferragosto a Ponte di Legno: dai “terroni” alla “fine dell’Italia” fino agli insulti ai leader politici. Il Senatur ne ha avute per tutti, in particolare per il ministro Renato Brunetta apostrofato dal palco come il “nano di Venezia” che Bossi ha invitato a “non romperci i c…”. Con il responsabile della Pubblica amministrazione il leader della Lega ha detto di essere quasi arrivato alle mani prima dell’ultimo Consiglio dei ministri. “Abbiamo litigato tutto il giorno”, ha detto il Senatur, “prima del Consiglio dei ministri e durante il Consiglio. Col ministro Brunetta per poco non passiamo alle vie di fatto. Brunetta, nano di Venezia, non romperci i c…”.

“C’è gente anche nostra che ragiona come i terroni che pensano che lo Stato mi deve dare. Lo Stato non deve dare niente. E’ sufficiente che ci dia la libertà”, ha detto il Senatur, salito sul palco per spiegare che le misure drastiche anticrisi erano inevitabili, pena lo stop ai servizi pubblici essenziali. “E’ arrivata la fine dell’Italia, questa è la verità”, ha detto precisando che “se Tremonti non riesce a vendere i titoli di Stato all’estero non riesce più a pagare le pensioni e la sanità. Deve chiudere gli ospedali”.

Se le finanze italiane sono spacciate per il leader del Carroccio la speranza risiede sempre nella Padania. “Il Paese sta cambiando”, ha detto, “però secondo me è troppo tardi per evitare l’arrivo della Padania. La Padania può salvarci”.

Sempre da Ponte di Legno, Umberto Bossi ha detto che un governo “si regge con i voti che può trovare” e anche il voto di Scilipoti è utile. Il Senatur ha spiegato ai giornalisti di non conoscere personalmente il deputato dell’ex gruppo dei Responsabili: “Scilipoti? Meglio lui che quella scienzata, la Montalcini. Scilipoti – ha aggiunto Bossi – non lo conosco però è una brava persona visto che dà i voti al governo”. Infine Bossi ha ammesso che “fino al momento in cui Fini è stato buttato fuori era più facile governare. Senza i voti di Fini…”.

Ho tratto l’articolo da TMNews a questo link

Pensare al nano di Venezia che sgomita per far tagliare le pensioni degli italiani ha qualcosa di agghicciante, non trovate?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: