Galantuomini e vandali: il nulla!

E per l’ennesima volta dobbiamo registrare le parole vuote del galantuomo o quantomeno ovvie o perlomeno scontate. Boh! A me così non piace proprio. Il fatto:viene sfregiata la fontana del Moro a Piazza Navona (ROMA/Italia). Le reazioni: sdegno per tutto l’orbe. Rimedi: mi aspetterei qualcosa sulla maggiore sorveglianza, sulla sicurezza dei monumenti, insomma qualcosa che possa prevenire questi atti e quindi una migliore e maggiore conservazione del patrimonio culturale. Insomma, Stato scuci gli sghei e proteggi il tuo tesoro. Invece, niente di tutto questo, ma al contrario il buon uomo (mi toccherà cambiare l’etichetta da galantuomo a buonuomo..)tira fuori la solita trita e ritrita tiritera sulla consapevolezza dell’importanza del patrimonio culturale e sulla necessità di inasprire le pene per gli atti vandalici….Yawn (sbadiglio come un fumetto). Ministro, ministro..CI SONO le pene, BASTA APPLICARLE, si vada a leggere (pardòn, faccia leggere a qualche suo collaboratore spaesato) le norme del codice penale – tipo il 733 – e del codice dei beni culturali (parte quinta – sanzioni…) e faccia mente locale sulle norme che già esistono, prima di richiedere l’inasprimento delle pene. Vada a riesumare il ddl di qualche tempo fa presentato d Rutelli sulle pene da applicare agli autori di atti vandalici. Magari, assuma  anche qualche addetto alla sicurezza in più,  qualche giovane che ha vinto il concorso, faccia installare le telecamere (le faccia usare da qualcuno, che dice?) insomma, faccia qualcosa da ministro, per favore!

Guardi, per farle una cortesia  (giusto perchè ci teniamo ai nostri beni culturali), Le riporto le dichiarazioni di Rutelli sull’atto vandalico della fontana rossa di un po’ di tempo fa, se lo ricorderà nevvero?

Anche il vicepresidente del Consiglio e ministro per i Beni e le Attività Culturali Francesco Rutelli ha espresso la sua «indignazione e preoccupazione per il gesto intollerabile e irresponsabile di vandalismo alla Fontana di Trevi». «Se fosse già in vigore la legge da me presentata contro il vandalismo, contro i furti d’arte e i danni al paesaggio – ha sottolineato il ministro Rutelli – avremmo strumenti molto più severi nei confronti di questi delinquenti. Purtroppo – ha aggiunto – la lentocrazia domina il nostro Parlamento e, nonostante l’impegno del presidente Pisicchio, il ddl dorme in Commissione Giustizia e, sebbene sia stato ben 5 volte inserito all’ordine del giorno, la Commissione non ha ancora iniziato l’esame del testo e degli eventuali emendamenti».

Passa il tempo, rimane il nulla!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: