ARCUS chiude

..non subito, si capisce! Ci vorrà qualche mesetto prima che si riesca a smontare il giocattolo che nel 2003 era stato presentato come il nuovo volano della politica culturale del Paese dall’allora ministro Urbani.  Oggi, Passera ha detto stop e ha chiuso i rubinetti di questa società per azioni (eh già..) che secondo gli slogan più aggressivi rappresenta il ponte  verso la cultura (chissà chi avrà pensato notte e giorno per ottenere questo splendido slogan, magari persino pagato profumatamente). La chiusura è prevista per il 31 dicembre del 2013, rimanendo in attesa del nuovo tecnico di turno che sarà il commissario che accompagnerà alla tomba ‘l’arco della cultura (vi piace questo slogan? magari pagano anche me!!) Resta solo un dubbio marginale, direi di poco conto: i finanziamenti che confluivano in ARCUS a favore della cultura che fine faranno? Resteranno alla cultura? Personalmente, credo di no e quindi, come accade sistematicamente da tempo, qualsiasi governo ci sia, si realizzerà l’ennesimo scippo di risorse di questo martoriato settore. Strano però (?!)  che ci sia sulla questione un assordante silenzio da parte del ministro più nascosto che abbiamo avuto in questi ultimi anni, un vero e proprio ectoplasma della cultura italiana. Qualcuno si ricorda come si chiama?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: