Riforma MiBACT: avanti Savoia!

Si vede che l’on. Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo è un appassionato di storia. Si vede che l’on. Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo mostra una forte nostalgia del tempo passato. Si vede che l’on. Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo ha una vocazione monarchica. Per questi e altri motivi, ecco perché la riforma del MiBACT – prospettata dall’attuale titolare del dicastero on. Massimo Bray – ha assunto un taglio da ancien regime che sinceramente ancora mancava tra i fortunati vincitori della titolarità del ministero dei beni culturali. Neppure il “buon Sandro Bondi” aveva evidenziato questa vocazione monarchica, nonostante il suo riconoscimento dell’Unica Maestà Politica in Italia, cioè il cavaliere Berlusconi. massimo-bray-235225Il vessillo dello spirito monarchico del ministro dei beni culturali già si può vedere nell’accorpamento delle direzioni regionali che vantano precisi antecedenti storici. Così, leggiamo nel comma 5 dell’articolo 27 della bozza del regolamento di organizzazione del MiBACT che sono state accorpate alcune direzioni regionali. Quali? Presto detto: due ascrivibili al vecchio regno del borbonico “Franceschiello” (abruzzo e molise; puglia e basilicata); una al vecchio stato pontifico (umbria e marche); una – udite udite – al vecchio regno di sardegna (liguria e piemonte). Come dire,avanti Savoia! Non è parso sufficiente al ministro limitarsi ad accorpare otto regioni in quattro direzioni regionali, con l’inevitabile caos che ne seguirà in tema di risorse umane e strumentali nonché di tutela e contenzioso (già perché il primo rognoso problema pratico che il ministro dovrà risolvere sarà quello di stabilire la sede delle direzioni regionali. Sarà interessante scoprire perciò che Genova è più importante di Torino (o viceversa, si capisce) o magari Ancona di Perugia, o perché no, Bari di Matera. Secondo l’articolo 27 la direzione regionale è stazione appaltante, pur se con qualche limite. Così Torino sarà la stazione appaltante per lavori che devono essere svolti a La Spezia: alla faccia del decentramento amministrativo. Lo stesso dicasi per il contenzioso, unico per due regioni e così via. Si vede che le istanze accentratrici devono essere mantenute anche in periferia… Interessante notare che, nel quadro del preannunciato rinnovamento del Ministero, ecco spuntare il tanto monarchico centralismo degli uffici di Roma. Infatti, sono istituite due nuove direzioni generali dai compiti indescrivibili per numero e complessità (provate a dare una lettura degli articoli dedicati alla Direzione generale per l’innovazione e la valorizzazione del patrimonio culturale, che non fa altro che riproporre i compiti già svolti dal vecchi Segretariato e dalla vecchia direzione della valorizzazione, e della Direzione generale per il turismo, che non ha nessun legame con l’attività svolta fino ad oggi dal ministero); sono raddoppiate le direzioni generali amministrative (bilancio e personale) – forse per accontentare qualcuno? Ai posteri… -; e, udite udite, sono anche aumentati gli uffici di diretta collaborazione, come il nuovissimo Ufficio di pianificazione degli obiettivi e dei programmi che non fa che replicare le vecchie competenze del Segretariato ( sorge il dubbio che l’attuale Ministro non abbia troppo in simpatia l’attuale Segretario…). Ad una prima occhiata, anzi lasciatemi essere professionale, prima facie, il nuovo regolamento moltiplica i pani e i pesci al centro (tanti tanti uffici, TROPPI!!!) e riduce drasticamente gli uffici in periferia. Tuttavia, un segno di novità esiste nel regolamento. Forse è proprio questo segno che potrebbe far dire al ministro di aver dato vita ad un ministero nuovo e innovativo: hanno eliminato qualsiasi riferimento nei nomi degli uffici alle ANTICHITA’ e all’ARCHEOLOGIA. Complimenti!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: