La “nuova” proposta di legge sulla riforma dei reati contro il patrimonio culturale

Storia di un maldestro tentativo reiterato nel tempo

E’ di questi giorni la (non)notizia della riedizione di una proposta di legge di riforma in materia di reati contro il patrimonio culturale presentata dal duo Franceschini-Orlando alla Camera per una sua rapida approvazione. Si tratta di una copia del provvedimento che, presentato come delega al Governo nel dicembre del 2016 dall’ex inquilino del Collegio romano, era stato trasformato in disposizioni di diretta modifica del codice penale (Agcult ).

Il provvedimento, già accolto in precedenza freddamente da parte di alcune forze politiche, si è arenato definitivamente al Senato sul finire della scorsa Legislatura, nonostante  tentativi di reintroduzione surrettizia  attraverso l’inserimento in norme di ratifica di Convenzioni internazionali.

In realtà, si tratta di un tentativo di confezionare come novità una proposta, con piccole modifiche, che era stata già fatta nel 2011 dal ministro dell’epoca Giancarlo Galan, come si può ricavare agevolmente dalle notizie di quel periodo e dalla diretta lettura dello schema di disegno di legge

In realtà (!), si tratta anche in questo caso di un tentativo di confezionare come novità una proposta, con piccole modifiche, che era stata già fatta nel  2007 dal ministro dell’epoca Francesco Rutelli, come si può ricavare agevolmente dalla notizie di quel periodo e dalla diretta lettura degli atti

Al di là del contenuto e della scelta che può essere fatta in materia ed all’utilità che può portare nell’ordinamento giuridico un inasprimento delle pene ed una configurazione dei reati contro il patrimonio culturale all’interno delle fattispecie criminose contenute nel codice penale e solo ipotesi residuali nel codice dei beni culturali (personalmente non sono favorevole, ma mi riservo di approfondire il discorso in altro scritto), mi chiedo e vi chiedo come possa la politica culturale del nostro Paese avere credibilità se le “nuove” proposte non siano altro che “minestre riscaldate”

Ai posteri…

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...